Il Campanile dei Ragazzi

La Nostra Storia

L’attività della nostra Associazione prese avvio nella lontana estate del 2001, allorquando un gruppo di ragazzi e qualche genitore si organizzarono autonomamente per creare occasioni d’incontro e d’amicizia, nel territorio della loro comunità, Pioppe di Salvaro. I ragazzi stessi, che vi parteciparono numerosi, sin da allora, chiamarono questa esperienza “IL CAMPANILE DEI RAGAZZI”, anche perché fino a quando fu possibile, gli spazi furono forniti dal parroco Don Arrigo Chieregatti in un locale attiguo al campanile della chiesa di Salvaro. Lo stesso Don Arrigo contribuì con entusiasmo all’iniziativa, non solo con l’ospitalità, ma anche accompagnandoci in alcune iniziative, mentre la locale Pro Loco fornì diverse attrezzature per lo svago (tavolo da ping-pong, calcetto, ecc.).

La nostra attività ha assunto nel tempo sempre più le caratteristiche di un vero “progetto formativo”, e con questa consapevolezza ci siamo posti di fronte alla sua progettazione e realizzazione. In tal senso, essa ha rappresentato per tutti coloro che vi hanno partecipato una straordinaria occasione di crescita personale e umana.

Da un punto di vista strettamente formale, la nostra Associazione, pur essendosi costituita formalmente solo nel luglio del 2007, ha, quindi, di fatto, una storia associativa, fatta di rapporti informali (anche se nel portare avanti le iniziative, ci siamo sempre divisi ed attribuiti compiti e mansioni) e di rapporti con le istituzioni, vecchia, ormai, di parecchi anni. E, malgrado ci sia stato un notevole avvicendarsi nei ragazzi che vi hanno collaborato (è quasi inevitabile, tenendo conto che si è trattato in gran parte di ragazzi/e adolescenti), un numeroso gruppo appartenente al nucleo storico originario è rimasto legato alle attività dell’Associazione e ne costituisce, ancora oggi, il suo nucleo propulsivo.

Nel ripercorrere cronologicamente la storia del nostro gruppo, oggi Associazione, è possibile rendersi conto delle molteplici attività svolte nel corso di questi anni. Dopo la prima estate di iniziative, non potendo più il Parroco don Arrigo Chieregatti garantirci gli spazi che avevamo utilizzato nell’ambito delle strutture della Parrocchia di Salvaro, egli stesso ci aiutò a trovare un’altra soluzione logistica per permetterci di continuare il cammino avviato. Fu così che fummo messi nelle condizioni di poter utilizzare i locali presso l’ex Fabbrica Cimatti di Pioppe appartenenti alla proprietà Monti.

Da allora – inverno 2002 - abbiamo organizzato in quei locali dei corsi di modellaggio della creta (con la collaborazione di un cittadino di Pioppe appassionato di scultura, arrivando persino a realizzare le statuette di un bellissimo Presepe che abbiamo esposto diverse volte in occasione delle festività natalizie alla stazione di Pioppe – fino a quando è stato possibile) e di espressione artistica in genere (pittura, fotografia, ecc.).

Durante il primo anno di vita della nostra esperienza, abbiamo cercato di portare avanti un progetto dedicato anche alla pratica sportiva del calcio, rivolto ai giovani. D’accordo con il Comune di Grizzana Morandi e con la locale Polisportiva, decidemmo di utilizzare per due pomeriggi la settimana il campo sportivo e le strutture annesse (spogliatoi) per svolgervi un’attività di formazione legata al gioco del calcio.

L’iniziativa ebbe un notevole successo, anche perché, sino a quel momento, a Pioppe, non era mai stato organizzato un momento di avviamento al gioco del calcio rivolto ai ragazzi, che, per questo, dovevano necessariamente recarsi nelle strutture dei Comuni limitrofi. Incredibilmente, al nostro trovarsi si unirono da subito diversi ragazzini figli di genitori extracomunitari, soprattutto dell’area del Maghreb. Ci si trovò di fronte ad una situazione non prevista e, per alcuni versi, difficile. Ma fu assai interessante scoprire come lo sport, ed il calcio in particolare, potessero rappresentare uno strumento formidabile per abbattere reciproci pregiudizi, partecipando a momenti di incontro tra persone che, normalmente, faticavano a condividere esperienze comuni di tempo libero e di relazioni.

La nostra iniziativa fu, anche in questo caso, del tutto autogestita, grazie alle competenze di un nutrito gruppo di genitori e alla fornitura di attrezzature da parte di altre società sportive per ragazzi (il calcio offre moltissime opportunità, in questo senso) e si protrasse per ben sei mesi, interrompendosi per ragioni logistiche legate al venir meno della disponibilità degli spazi.

Contatti


IL CAMPANILE DEI RAGAZZI - Associazione di Volontariato

Via Boscaiolo,2 – 40030 GRIZZANA MORANDI (BO)

CF : 91286260376

Email : campaniledeiragazzi@gmail.com

Iscritta al Registro delle Organizzazioni di Volontariato con atto Prot.n.158883/2008 del 14/04/2008 tenuto dalla Regione Emilia Romagna

grazie se ci donerai il tuo 5 x mille!

E’ un’azione che non ti costa NULLA, ma per noi può rappresentare TANTO! e se vuoi sostenerci:

IBAN IT13 N063 8537 1201 0000 0002 738

Le donazioni sono fiscalmente detraibili (per le persone fisiche) o deducibili (per le persone giuridiche) secondo le modalità previste dalla legge